Come è nato questo matrimonio ispirato all’Africa?

Tutto è partito da una foto (e una frase!) che Francesca e Matteo, gli sposi, mi hanno inviato per dirmi che avevano scelto di affidarsi a me per l’organizzazione del loro matrimonio. Non la condividerò qui, ma la conservo tra i più bei ricordi della stagione 2022, perché mi ha commossa e mi ha fatto subito capire che avrei lavorato per due persone speciali.

Il loro matrimonio si è ispirato all’Africa perché …Ci siamo conosciuti in Africa ed entrambi viviamo con la speranza di “lasciare il mondo un posto migliore di come l’abbiamo trovato”
Francesca e Matteo non solo si sono conosciuti lì, ma è in Africa che hanno vissuto e lavorato, anche durante tutti i preparativi. Il mio lavoro per loro è iniziato proprio dalla ricerca location, una ricerca fatta a distanza: io sono stata i loro occhi sul territorio e ho trovato la location perfetta. Per i primi mesi abbiamo comunicato sempre a distanza, con videochiamate, telefonate, scambi di foto e pensieri. Nonostante questo, non è mai stato difficile trasmettere loro i risultati del mio lavoro, a dimostrazione ancora una volta del fatto che è la fiducia la base di tutto.

un matrimonio ispirato all'africa

Già dagli inviti abbiamo voluto far intuire quello che sarebbe stato lo stile del matrimonio.
Francesca e Matteo, dopo il matrimonio civile, hanno celebrato la loro unione con un rito simbolico in location, un rito davvero molto toccante, non privo di imprevisti visto che i genitori di Matteo a due giorni dalle nozze sono risultati positivi al Covid. Abbiamo organizzato quindi un collegamento a distanza, ancora una volta, che ha permesso a tutti di partecipare rendendo l’atmosfera ancora p